MMS508 – Bespin Leia Organa


Scheda Tecnica

Codice Ufficiale HT MMS508
Anno di Produzione 2018
Licenza TM Lucasfilm Ltd.
Data di Rilascio Presunta seconda metà 2019
In Commercio Si
Scala 1/6
Misure 27 cm
Punti di Articolazione 28
Lista Accessori - 1 coppia di mani rilassate
- 1 coppia di mani gesticolanti
- 1 stand con targhetta con nome e logo del film e fondale con il tema di Cloud City (removibile)
Film Star Wars: Episode V - The Empire Strikes Back
Url Pagina Ufficiale Prodotto

Recensione

La principessa Leia Organa Solo (nata Leia Amidala Skywalker, scritta anche Leila) era la figlia del Cavaliere Jedi Anakin Skywalker e della senatrice Padmé Amidala di Naboo, e la sorella gemella di Luke Skywalker. Dopo la morte di sua madre e il passaggio al lato oscuro della Forza di suo padre, avvenute entrambe nel 19 BBY, fu divisa dal fratello e adottata dal senatore Bail Organa e da sua moglie, la Regina Breha Antilles Organa di Alderaan, diventando così una principessa di Alderaan. Nel 2 BBY, una volta diventata Osservatore del Senato, Princess Leia fu condotta come ostaggio su Kashyyyk per impedire a Bail Organa di contrastare l’ Imperatore nel Senato. Nello stesso anno assiste alla nascita dell’ Alleanza per la Restaurazione della Repubblica su Corellia in trasmissione olografica e su Kashyyyk di persona, proponendo un simbolo per l’ Alleanza, trovato nella casa del Jedi Kento Marek. Nell’ 1 BBY fu nominata senatrice di Alderaan al Senato Imperiale dal padre adottivo, Organa fu famosa per la sua leadership durante la Guerra Civile Galattica ed altri conflitti, cosa che fece di lei uno dei più grandi eroi della galassia. Nello 0 BBY Leia venne scoperta da Darth Fener mentre intercettava i piani della Morte Nera rubati da Kyle Katarn e venne arrestata con l’accusa di tradimento verso l’ Impero. Condotta a bordo della Morte Nera, venne torturata e il pianeta Alderaan venne distrutto sotto i suoi occhi. Leia fornì l’ubicazione di una base ribelle ormai abbandonata su Dantooine. Il governatore Tarkin firmò la sua condanna a morte, ma venne salvata da Luke Skywalker, Ian Solo, Obi-Wan Kenobi, Chewbacca, C3PO e R2-D2. Di ritorno sulla quarta luna di Yavin, base segreta dell’ Alleanza, preparò un attacco contro la Morte Nera. Nel 3 ABY Leia comandò le operazioni di evaquazione della base ribelle su Hoth, dopo essere stati scoperti dall’ Impero. Si rifugiò su Bespin dove riuscì a fuggire con l’aiuto di Lando Carlissian e di Luke. Nel 4 ABY si infiltrò nel palazzo di Jabba the Hutt vestita da cacciatore di taglie per salvare Ian Solo. Leia fece parte anche della squadra infiltrata su Endor e riuscì a farsi aiutare da una tribù di Ewok, un prezioso alleato che li aiutò ad affrontare le forze imperiali e distruggere gli scudi deflettori della Morte Nera. Leia, come suo padre Anakin e suo fratello Luke, era sensibile alla Forza: riuscì in questo modo un paio di volte a percepire la presenza del fratello.
Interpretata da Carrie Fisher, questo personaggio è rimasto nella storia di tutti noi.
Sono trascorsi tre anni dalla battaglia di Yavin e le forze dell’Alleanza Ribelle, capeggiate da Luke Skywalker, Leia Organa, Ian Solo, Chewbacca, D-3BO e C1-P8 sono costrette a rifugiarsi sul gelido pianeta Hoth per sfuggire alla persecuzione da parte delle armate imperiali. Queste, guidate dal malvagio Dart Vader, sono decise a stroncare una volta per tutte i focolai di ribellione, soprattutto dopo la distruzione della Morte Nera. Pur di catturare i suoi nemici, Fener ha inviato ai più remoti confini dello spazio dei droidi-sonda e ha preso al proprio servizio un drappello di cacciatori di taglie, tra cui spicca l’abile Boba Fett, desiderosi soprattutto di catturare Ian, sul quale il perfido criminale Jabba the Hutt ha posto una taglia.
Hot Toys decide di far uscire le foto promozionali della principessa Leia con l’outfit visto nel pianeta Bespin (Cloud City). Una figure povera di accessori, ma ricca ti dettagli.

  • 42568058_10155777010117344_3735843080402632704_o
  • 42756600_10155777010087344_1670289936483352576_o
  • 42670940_10155777010317344_8520759780011147264_o
  • 42581002_10155777009312344_1669062061168001024_o
  • 42629473_10155777009347344_566444794079870976_o
  • 42683469_10155777009577344_4503222580781514752_o
  • 42626076_10155777009377344_2380742931003736064_o
  • 42565178_10155777009607344_2615869962140516352_o
  • 42650621_10155777009617344_7411816756240449536_o
  • 42604380_10155777010037344_3450626706140823552_o
  • 42648072_10155777009672344_7150093015569137664_o
  • 42644091_10155777010007344_775223480755945472_o
  • 42625991_10155777009802344_29319882008952832_o
  • 42576525_10155777009827344_8767226946443542528_o
  • 42667516_10155777009852344_2589296076062195712_o
  • 42572553_10155777009882344_1241550903538876416_o
  • 42627984_10155777009292344_4634906630264193024_o
  • 42580276_10155777010277344_5970818390497951744_o
Ak1rA

About Josemanuel Adriani

Classe 1978, italo brasiliano, nato in provincia di Milano e cresciuto a Roma. Padre di due gnomi. Sperpera lo stipendio tra collezione di pupazzi, attrezzatura fotografica e viaggi fuori dall'Europa. Acquirente compulsivo all'inzio, poi raffina la scelta, decide di tenere e cercare unicamente oggetti che ricordano la sua infanzia. Non disprezza le costumizzazioni e gli accessori non ufficiali. Si cimenta in prima persona alle modifiche anche più radicali per rendere i modelli più simili ai personaggi dei film.