MMS413 – Death Star Gunner


Scheda Tecnica

Codice Ufficiale HT MMS413
Anno di Produzione 2017
Licenza TM Lucasfilm Ltd.
Data di Rilascio Presunta tra la fine del 2017 e l'inizio del 2018
In Commercio Si
Scala 1/6
Misure 30 cm
Peso 1,81 kg
Punti di Articolazione 30
Lista Accessori Una serie di mani che includono:
- 1 paio di mani rilassate
- 1 paio di mani che possono impugnare un'arma
- 1 paio di pugni

Armi:
- 1 pistola

Accessori:
- Stand personalizzato
Film Star Wars
Url Pagina Ufficiale Prodotto

Recensione

Death Star Gunner / Imperial Gunners / ingegneri erano membri della Navy’s Starfighter Corps (in qualità di una speciale sub-unità).

I Death Star Gunner erano reclute dal programma di pilotaggio della Marina Imperiale che erano o ancora in formazione. Anche se non ce l’hanno fatta a diventare piloti, I Death Star Gunner comunque possiedono occhi acuti, riflessi superiori alla media, capaci di utilizzare al meglio le attrezzature specializzate. Sono stati incaricati di usare le loro abilità con le armi per gestire le potenti turbolaser e cannoni ionici, come ad esempio per le Star Destroyer e World Devastator.

Su entrambe le Death Star (Morte Nera), i Death Star Gunner hanno avuto il compito aggiuntivo di mantenere un attento equilibrio di energia nella superlaser della stazione da battaglia, evitando il rischio di uno un sovraccarico delle energie titaniche o altrimenti diventa squilibri di fase, per evitare enormi esplosioni interne. Tale lavoro è stato relegato a quei Gunners di più alto rango.

Hot Toys rilascia questo personaggio devoto all’Impero, con il suo speciale casto per proteggersi dai turbolaser. Figure accurata. Una sola arma.

  • death_star_gunner (10)
  • death_star_gunner (1)
  • death_star_gunner (9)
  • death_star_gunner (13)
  • death_star_gunner (8)
  • death_star_gunner (7)
  • death_star_gunner (5)
  • death_star_gunner (4)
  • death_star_gunner (3)
  • death_star_gunner (2)
Ak1rA

About Josemanuel Adriani

Classe 1978, italo brasiliano, nato in provincia di Milano e cresciuto a Roma. Padre di due gnomi. Sperpera lo stipendio tra collezione di pupazzi, attrezzatura fotografica e viaggi fuori dall'Europa. Acquirente compulsivo all'inzio, poi raffina la scelta, decide di tenere e cercare unicamente oggetti che ricordano la sua infanzia. Non disprezza le costumizzazioni e gli accessori non ufficiali. Si cimenta in prima persona alle modifiche anche più radicali per rendere i modelli più simili ai personaggi dei film.