MMS408 – R2-D2


Scheda Tecnica

Codice Ufficiale HT MMS406
Anno di Produzione 2017
Licenza TM Lucasfilm Ltd.
Data di Rilascio Presunta fine 2017
In Commercio Si
Scala 1/6
Misure 18
Punti di Articolazione 10
Caratteristiche Speciali la cupola è in metallo
Lista Accessori telecomando per attivare 12 effetti sonori
Film Star Wars: Episode VII - The Force Awakens
Url Pagina Ufficiale Prodotto

Recensione

R2-D2 (denominato C1-P8 nella versione Italiana della trilogia originale) è un personaggio immaginario dell’universo fantascientifico di Guerre stellari. È l’unico personaggio insieme a C-3PO ad apparire in tutti e sette i film della saga e nello spin-off Rogue One: A Star Wars Story.

R2-D2 È un droide specializzato nell’interfacciarsi con ogni sorta di computer, attivare ogni macchinario come ascensori, ed abile nelle riparazioni. Proveniente dal pianeta Naboo, è dotato di una buona dose di umorismo. È bravo a prendere certe iniziative impiegando metodi a volte poco ortodossi per aiutare i suoi amici. È l’inseparabile compagno del droide protocollare C-3PO (o, nella versione italiana della vecchia trilogia, D-3BO).
Owen Lars ipotizza che il suo particolare “carattere” sia dovuto all’assenza di cancellazioni di memoria regolari, il che in un droide può provocare instabilità. In effetti la memoria di R2-D2 non viene mai cancellata dalla fuga da Naboo in poi (cioè 36 anni prima della morte di Anakin Skywalker).

R2-D2 è alto 96 cm. Si sposta su tre “gambe” (inclusa una estraibile), ha un corpo cilindrico sormontato da una testa semisferica dotata, tra le altre cose, di un monocolo per vedere e un proiettore di immagini olografiche. Possiede diversi apparati meccanici all’interno del corpo, fra cui un saldatore ad arco, una sega circolare e una chiave per l’interfacciamento coi più svariati dispositivi di accesso e computer in uso nella Galassia. Questo fa apparire il droide come una sorta di “scatola da attrezzi”.
Come tutti gli astrodroidi viene spesso utilizzato come navigatore a bordo dei caccia stellari e di altre astronavi, possiede quindi la capacità di stabilire rotte, eseguire i calcoli necessari al salto nell’iperspazio e manovrare i comandi della nave di concerto col pilota umano, che comunica con lui attraverso comandi vocali.
È in grado di interfacciarsi con qualsiasi computer, il che lo rende molto prezioso in missioni di infiltrazione e spionaggio, potendo prendere il controllo di tutti i sistemi nelle basi nemiche (per esempio ascensori e porte automatiche). Possiede inoltre una discreta abilità nelle riparazioni meccaniche.
Ha limitate capacità di combattimento, ma, grazie alla sua intelligenza artificiale nettamente superiore a quella di un droide da battaglia, è in grado di sconfiggere avversari molto più pericolosi e meglio armati di lui.

La figure proposta da Hot Toys è tratto dall’episodio VII. E’ ben realizzata, la cupola in metallo e led che accendono il coraggioso droide come un albero di Natale. Simpatica l’idea del telecomando per attivare gli effetti sonori, peccato che per accenderlo tocca sfiorarlo.

  • 16178854_10154154473387344_7404771816742119662_o
  • 16179742_10154154473222344_1183810991957421645_o
  • 16178898_10154154473862344_1877820145176312696_o
  • 16179377_10154154473647344_8171504304033442766_o
  • 16179192_10154154473262344_6310060410940998948_o
  • 16251884_10154154473277344_5781997207826528484_o
  • 16252475_10154154473407344_1411664596445484337_o
  • 16179510_10154154473317344_2579823093449225921_o
  • 16143546_10154154473447344_8029932173345051990_o
  • 16177843_10154154473597344_3248982910010406369_o
  • 16179469_10154154473557344_8899005938366843697_o
  • 16179405_10154154473722344_9077032362125867817_o
  • 16143670_10154154473732344_5568029538396188836_o
  • 16143496_10154154473937344_6472657119191189472_o
Ak1rA

About Josemanuel Adriani

Classe 1978, italo brasiliano, nato in provincia di Milano e cresciuto a Roma. Padre di due gnomi. Sperpera lo stipendio tra collezione di pupazzi, attrezzatura fotografica e viaggi fuori dall'Europa. Acquirente compulsivo all'inzio, poi raffina la scelta, decide di tenere e cercare unicamente oggetti che ricordano la sua infanzia. Non disprezza le costumizzazioni e gli accessori non ufficiali. Si cimenta in prima persona alle modifiche anche più radicali per rendere i modelli più simili ai personaggi dei film.